Dizionari bilingui: dizionari italiano e spagnolo

Carla Marello (1989), Dizionari bilingui, Zanichelli, Bologna

[Estratti da pagg. 194,196]

8.1 Un presente datato e… tascabile

Delle quattro lessicografie bilingui trattate in questo studio, l’ispano-italiana è davvero la meno fiorente oggi, nonostante lo spagnolo sia una delle lingue internazionali. “La lexicografia de nuestras dos lenguas no ha gozado ninca de gan esplendor” afferma l’italianista A. Arce in un suo saggio in corso di stampa; A. M. Gallina, la nostra maggior esperta di lessicografia italo-spagnola, precisava nel 1959: “Con l’opera di Franciosini (1620) entriamo nel campo della lessicografia moderna”; “dobbiamo arrivare al 1949 col dizionario di Lucio Ambruzzi per constatare un progresso decisivo” (Gallina 1959, p. 130).
Chiamata di recente a tracciare un profilo della storia dei bilingui italiano e spagnolo per l’Enciclopedia Internazionale di Lessicografia, A. M. Gallina ribadisce la sua opinione di trenta anni fa: l’Ambruzzi resta il migliore e fra i numerosi tascabili moderni solo alcuni sono ben fatti, ma sono poveri di neologismi. […]

Pare comunque di vedere molti segnali di febbre lessicografica anche in Spagna ultimamente, ad opera di studiosi locali e anche di ispanistinon ispanofoni, in particolare tedeschi e americani. Fra i problemi più dibattuti c’è quello dell’introduzione di termini provenienti dagli spagnoli parlati in America Latina nei dizionari monolingui e bilingui. La questione è sentita in modo diverso dai lessicografi spagnoli e dagli ispanisti stranieri che spesso si prendono il compito di confezionare dizionari bilingui di spagnolo. […]

A monte del se e dove ammettere le varianti americane nel dizionario c’è anche un problema di ricerca linguistica: quando Gold (1986, p. 296) afferma che una ricerca sistematica sulla distribuzione spaziale delle parole manca quasi totalmente per lo spagnolo, che i dizionari di regionalismi non sono stati compilati scientificamente, che il dizionario dell’Accademia è preso acriticamente come guida, forse esagera un po’, ma non è distante dalla realtà.

0 0 votes
Article Rating
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments